Disciplina – 6 scuse che i genitori hanno per non disciplinare i propri figli

Disciplinare i bambini non è facile, richiede vigilanza costante, coerenza e impegno in ogni momento . Se trovi difficile farlo, è possibile che a volte ti stanchi e ti senti frustrato nell’educazione dei tuoi figli. La mancanza di disciplina può essere un problema molto serio, anche se i genitori possono essere tentati di trovare delle scuse per il comportamento dei propri figli solo per non affrontare la realtà. È tempo di realizzare e cambiare questo modo di procedere!

Ecco le scuse più usate dai genitori. Se inventi una di queste scuse… Allora dovresti pensare di iniziare a cambiare il modo in cui educare i tuoi figli e concentrarti su una disciplina positiva per ottenere buoni risultati.

1. È un po’ nervoso

I genitori a volte si sentono in colpa quando i figli sono nervosi per i momenti difficili a casa, come il divorzio, o quando soffrono di un problema a scuola come il bullismo. È naturale sentirsi male. Dopotutto, chi vuole vedere il proprio figlio ferito? Ma non è giustificabile.

Consentire una cattiva condotta non è la soluzione. In effetti, i bambini nervosi o stressati hanno bisogno di più disciplina che mai per aiutarli a sentirsi al sicuro. Mostra a tuo figlio che puoi tenerlo al sicuro ponendo dei limiti.

Consentire una cattiva condotta non è la soluzione
Consentire una cattiva condotta non è la soluzione

2. Non avevo intenzione di farlo

I bambini non dovrebbero essere puniti per aver versato accidentalmente un bicchiere di latte, ma possono assumersi la responsabilità delle loro azioni aiutando a ripulirlo. Concedere troppa libertà perché qualcosa è stato un "incidente" impedisce ai bambini di accettare la piena responsabilità del loro comportamento.

Se dici cose come: "Non voleva ferirla, è stato involontariamente", tuo figlio imparerà che le cose fatte "per caso" sono accettate. Ma la polizia non ti scuserà per aver guidato "involontariamente" troppo velocemente. Nemmeno quando è al lavoro un capo manterrà la sua posizione per lui se è sempre "involontariamente" in ritardo.

3. Prima che fossi troppo duro con lui

Se hai punito tuo figlio troppo duramente e ora ti senti in colpa, ciò non significa che se si comporta male in seguito, lascia che lo faccia. È essenziale essere coerenti con la disciplina.

L’incoerenza confonde i bambini e porta ad un aumento dei problemi comportamentali. Quindi, anche se ieri eri un po’ più duro, insegna a tuo figlio che applicherai le regole ancora oggi.

È meglio che ci sia un piccolo temporale e poi godersi la calma
È meglio che ci sia un piccolo temporale e poi godersi la calma

4. Sono cose da bambini

C’è un comportamento scorretto normalizzato, ma è importante distinguere tra problemi di comportamento normale da quelli che non lo sono. Permettere ai bambini di farla franca con comportamenti scorretti definendoli "normali cose da bambini" può essere dannoso se permetti a tuo figlio di infrangere troppe regole. I bambini devono imparare a fare scelte più sane in modo da poter diventare adulti responsabili.

5. Non voglio che si arrabbi

È meglio se c’è un piccolo temporale e poi goditi la calma… E senza temporali non apprezzi la calma della serenità e del bel tempo. A volte si può essere tentati di distogliere lo sguardo quando tuo figlio si sta divertendo e se lo lasci trascorrere del tempo può arrabbiarsi e l’ambiente è distorto. Tuttavia, insegnare ai bambini ad affrontare i sentimenti negativi è una delle abilità necessarie per la vita.

6. Sono troppo stanco per questo ora

Ci saranno giorni in cui ti sentirai troppo esausto per applicare conseguenze negative… Ma è molto importante che tu raccolga l’energia di cui hai bisogno per essere in grado di offrire una disciplina coerente. Dedica più tempo ed energie ai problemi comportamentali ora e ridurrai lo sforzo richiesto in futuro. Pensa all’energia che metti ora come a un investimento che ripagherà in seguito.